Chi siamo Esperto risponde Magazine on line Comunicati stampa Sedi regionali Downloads
Quesiti, progetti e FAQ Iscrizione Difesa consumatori Forum e Chat Links

"Bolletta elettrica, la tariffa bioraria diventa obbligatoria"
 

 Dal 2010 scatterà la tariffazione basata sul consumo orario. La novità interesserà il 94% degli italiani

Energia elettrica con tariffa bioraria da gennaio del prossimo anno per tutti coloro che non sono passati al mercato libero dell’energia, Ovvero quasi tutti gli utenti, visto che il 94% delle famiglie continua ad utilizzare del cosiddetto “Servizio a maggior tutela”: quello per cui è garantita la fornitura di energia ai prezzi fissati dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg).
Ed è stata una delibera dell’Aeeg a stabilire il passaggio obbligato alla tariffazione bioraria, con costi maggiori di giorno e minori di sera e nei week end. Lo scopo è quello di garantire un uso efficiente dell’elettricità e una maggiore equità tra i consumatori.

Il sistema biorario prevede prezzi più alti dalle 8 alle 19 e minori di sera (19 – 8) e nei fine settimana. Da giugno i fornitori di energia elettrica dovranno comunicare in bolletta la ripartizione dei consumi per consentire ai cittadini quali bollette li aspettano.

La delibera dell’Autorità prevede anche dei mesi di alta stagione, ovvero quando è maggiore la domanda di energia (gennaio, febbraio, giugno, luglio, novembre, dicembre), nei quali si pagherà di più. Nei mesi di marzo, aprile, maggio, agosto, settembre e ottobre, invece, i prezzi saranno più bassi.

Con la nuova tariffazione, a chi consuma di più di giorno dovrebbe convenire passare al mercato libero, scegliendo una delle tante proposte esistenti (mono orarie, a prezzo bloccato, flat, verdi). Le tariffe biorarie convengono solo se almeno due terzi dei consumi si concentrano di sera o nei week end.

Nella valutazione delle offerte, si deve tenere presente che il prezzo indicato ed eventuali sconti sono generalmente riferiti alla sola componente energia, che pesa sul totale della bolletta per il 64% circa. Infatti l’importo totale è costituito da diversi indici: il costo dei servizi necessari per assicurare la fornitura, gli oneri generali del sistema elettrico e le imposte.

Per orientare il consumatore tra le offerte del mercato libero, l’Aeeg ha messo a disposizione il servizio Trova offerte. Basta avere a portata di mano il Cap e il dato relativo al consumo medio, reperibile nella bolletta.

Torna alla Home Page


I SITI DEL GRUPPO TELEFONO BLU: Telefono Blu - SOS Viaggiatore - Città Sicure - Telefono H - SOS Vacanze

Copyright © Telefono Blu SOS Consumatori 2002-2005e

free web page hit counter