Chi siamo Esperto risponde Magazine on line Comunicati stampa Sedi regionali Downloads
Quesiti, progetti e FAQ Iscrizione Difesa consumatori Forum e Chat Links

"Autocertificazione, come evitare file e attese"
 

Residenza, dati anagrafici, titoli di studio. E’ sufficiente un firma per produrre "in casa" la maggior parte dei documenti richiesti dalla pubblica amministrazione.

Basta una firma è il più è fatto. Senza interminabili code e inutili sprechi di tempo. L’avvento dell’autocertificazione – realizzatosi nel corso degli anni ’90 – ha sensibilmente cambiato il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione.

La dichiarazione sostitutiva di certificazione – così è definita dalla legge – può essere utilizzata per comprovare tutte le situazioni elencate nell’articolo 46 del dPR n. 445/2000. L’elenco è tassativo: ciò significa che l’autocertificazione non può essere utilizzata per altri documenti.

L’utilizzo di questo strumento, però va fatto con estrema attenzione e sopratutto deve sempre essere dichiarata la verità. Infatti la legge prevede, nel caso di dichiarazioni false, conseguenze sia di natura penale sia amministrativa.

Basta una firma
I moduli del documento da autocertificare sono, solitamente, predisposti dalla stessa pubblica amministrazione. Anzi la legge prevede che gli uffici predispongano i moduli nei facsimile delle domande.

Il documento, per essere valido, deve essere firmato, ma non è necessaria né l’autenticazione, né la marca da bollo. L’obbligo dell’autenticazione della firma rimane solo per la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

In ogni caso, in mancanza di un modello, può essere usato un foglio di carta.

Autocertificazione Anagrafica
Moduli di Autocertificazione Telematica compilate il modulo, premete il pulsante e stampate il certificato

A cura di Comuni.it

Torna alla Home Page


I SITI DEL GRUPPO TELEFONO BLU: Telefono Blu - SOS Viaggiatore - Città Sicure - Telefono H - SOS Vacanze

Copyright © Telefono Blu SOS Consumatori 2002-2005e

free web page hit counter